Luca Argentero e Maria Chiara Giannetta insieme a Jan Michelini alla premiazione dei Nastri D’Argento al Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli.

 

Roma, 30 Maggio 2022

Sono state 12 le serie produttivamente più significative e ambiziose dell’anno candidate al premio per la Miglior Serie 2022 e 16 in tutto i titoli che, nei generi più seguiti, hanno conquistato nelle ultime stagioni l’attenzione del grande pubblico. I Giornalisti Cinematografici hanno votato i protagonisti della seconda edizione fra titoli che hanno trasformato stile e contenuti dello storytelling nonchè il mercato audiovisivo e la platea televisiva tradizionale con un nuovo modo di ‘fare cinema’ firmato anche dai grandi autori.

 

MIGLIOR SERIE ‘DRAMEDY’

DOC – Nelle tue mani (Rai Fiction)
Una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, prodotta da Matilde e Luca Bernabei

Regista della prima stagione e produttore esecutivo della serie Jan Maria Michelini
Regia Beniamino Catena, Giacomo Martelli
Sceneggiatura Francesco Arlanch, Viola Rispoli

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Maria Chiara Giannetta per “Blanca”

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Luca Argentero per “Doc – Nelle tue mani”

 

Il commento del nostro CEO, Luca Bernabei:

“Ho accolto con grandissima gioia la notizia dell’assegnazione dei Nastri d’Argento a Doc – Nelle tue mani come Miglior Serie Dramedy, a Luca Argentero come Miglior Attore Protagonista per Doc – Nelle tue mani e a Maria Chiara Giannetta come Miglior Attrice Protagonista per Blanca. Ringrazio di cuore il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, e in particolare la presidente del Direttivo, Laura Delli Colli, per la scelta di premiare questa serie e questi due artisti.

Il Nastro a Doc – Nelle tue mani credo sia il riconoscimento ad un un’opera che ha saputo raccontare in modo coinvolgente la più grande pandemia dell’ultimo secolo, offrendo al pubblico internazionale una prospettiva di speranza. Ringrazio mia sorella Matilde e Rai Fiction, che hanno condiviso con me questa scommessa, e tutta la squadra dietro la serie: i capiscrittura, Francesco Arlanch e Viola Rispoli; il settore editoriale della Lux Vide, in particolare Elena Bucaccio, Sabina Marabini ed Edoardo Gino; i registi Beniamino Catena e Giacomo Martelli; Jan Michelini, che ha dato al progetto la sua impronta creativa; tutti i reparti di produzione e postproduzione; l’intero meraviglioso cast.

I Nastri a Luca e a Maria Chiara ritengo siano il meritato omaggio a due artisti straordinari e professionisti esemplari. Luca ha saputo dare corpo, con il suo fascino e carisma, a un vero leader contemporaneo, ferito e fallibile, ma che non si arrende: grazie a lui abbiamo potuto celebrare in modo credibile l’eroismo dei medici e il valore dello spirito di squadra. Maria Chiara ha animato, con il suo talento e la sua trascinante vitalità, un personaggio particolarmente originale, protagonista di storie che mostrano come le differenze e le disabilità possano essere vissute non come un limite, ma come ciò che ci rende unici e originali. Per me è stato un onore aver contribuito a dare vita a queste serie e a questi personaggi, e sono entusiasta che oggi ricevano un premio così prestigioso da parte di una giuria esigente come quella dei Giornalisti Cinematografici.”

 

La news sul sito dei Nastri D’Argento →

Alessandro Borghi, Massimo temporelli, Guido Maria Brera

Con ALESSANDRO BORGHI e GUIDO MARIA BRERA, conduce MASSIMO TEMPORELLI.

Ogni mercoledì delle nuove puntate per affrontare in 8 appuntamenti la finanza e il suo impatto reale sulle nostre vite, partendo dai temi della serie: Cinamerica, Bitcoin, Big Data, 5G, finanza dal basso e molto altro.

 

E DA VENERDÌ 22 APRILE SU SKY E IN STREAMING SU NOW LA SECONDA STAGIONE DI “DIAVOLI”, DISPONIBILE ANCHE ON DEMAND

 

Debutterà il 22 aprile su Sky Atlantic e in streaming su NOW (e sarà disponibile on demand) la seconda stagione di DIAVOLI, il financial thriller internazionale Sky Original con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey. Un’appassionante storia di potere, segreti e disinganni ambientata nell’Olimpo dell’alta finanza e ispirata al best seller “I diavoli” di Guido Maria Brera (edito da Rizzoli).

 

Partendo dalla seconda stagione di Diavoli, arriva oggi, 20 aprile, su Spotify e dal 27 aprile sulle altre piattaforme un nuovissimo podcast, coprodotto da Sky Italia e Lux Vide, dedicato ai grandi temi dell’attualità al centro dei nuovi episodi della serie Sky Original.

Cinamerica, Bitcoin, Big Data, 5G, finanza dal basso e molto altro: un viaggio tra informazione e intrattenimento, per affrontare i temi di grandissima attualità trattati nella serie da un punto di vista più tecnico e divulgativo.

 

In ogni episodio Massimo Temporelli, autore e host del podcast “F***ing Genius” (oltre 2 milioni di download), che si occupa da 25 anni di diffusione della cultura scientifica, tecnologica e dell’innovazione, sarà con Alessandro Borghi, Guido Maria Brera e due esperti per indagare l’impatto reale della finanza sulla nostra vita. I principali argomenti di attualità affrontati durante questa nuova stagione saranno sviluppati ricalcando la struttura tematica della serie. Ciascuna puntata sarà divisa in due parti: nella prima verrà introdotto il tema di puntata insieme ad Alessandro Borghi e a Guido Brera, nella seconda invece la tematica di attualità in questione sarà sviluppata con due esperti in materia.

 

Debuttano oggi, 20 aprile, su Spotify e dal 27 aprile sulle altre piattaforme di ascolto (tra cui Apple Podcasts e Amazon Music) le prime due puntate del podcast. Si inizia con una puntata zero, “Dove eravamo rimasti”: prima di cominciare il viaggio nei meandri della finanza e del suo rapporto con il nostro futuro, un passo indietro per incontrare il protagonista – con Patrick Dempsey – di Diavoli Alessandro Borghi e l’autore del libro da cui è tratta la serie, Guido Maria Brera, autore del format di serie della seconda stagione. Con Massimo Temporelli rinfrescheranno un po’ la memoria agli ascoltatori ripercorrendo con loro le vicende della prima stagione e dando qualche anticipazione su quanto vedremo nelle nuove attesissime puntate della seconda.

Subito disponibile anche la prima puntata vera e propria, “USA vs Cina”, sullo scontro tra due giganti dell’economia globale il cui delicato rapporto è centrale in questa nuova stagione della serie. Dopo un breve intervento di Alessandro Borghi e Guido Brera, se ne parlerà insieme a due esperti d’eccezione, Federico Rampini e Giada Messetti.

 

Giornalista e scrittore, Federico Rampini è analista dello scenario politico economico italiano e internazionale.

Dopo la laurea in cinese, nel 2005 Giada Messetti si trasferisce a Pechino dove lavora per le principali testate italiane. Per Mondadori ha pubblicato “Nella testa del dragone”, un saggio divulgativo sul presente e il futuro di un paese sempre più decisivo.

 

In otto nuovi episodi girati tra Roma e Londra interamente in inglese, Diavoli è prodotta da Sky Italia e Lux Vide con Big Light Productions e realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS. La seconda stagione continua il racconto, fra schegge di realtà e personaggi di finzione, della silenziosa – ma dagli effetti devastanti – guerra che ha attraversato l’Occidente nell’ultimo decennio. Una guerra sotterranea, combattuta con la più potente delle armi: la finanza. I protagonisti sono sempre loro: Massimo Ruggero, nuovo CEO della New York-London Investment Bank, interpretato da Alessandro Borghi, e Dominic Morgan, eminenza grigia della finanza mondiale, interpretato da Patrick Dempsey.

 

Oltre ai due protagonisti, tornano Malachi Kirby (The Race – Corsa mortale, Radici), Pia Mechler (Everything Is Wonderful) e Paul Chowdhry (Live at the Apollo, Swinging with the Finkels), nei panni dei Pirati, il team di trader fedelissimi a Massimo Ruggero, e Lars Mikkelsen (The Killing, Sherlock, House of Cards) in quelli di Daniel Duval, il fondatore di Subterranea.

 

Accanto a loro, nella seconda stagione fanno il loro ingresso nel cast Li Jun Li (Damages, Minority Report, Wu Assassins) nei panni di Wu Zhi, nuova Head of Trading della NYL, Joel de la Fuente (Law & Order, The Man in the High Castle) nei panni di Cheng Liwei, nuovo membro del board e Clara Rosager (The Rain, Il concorso) in quelli di Nadya Wojcik, nuova geniale protetta di Dominic.

Alla regia dei nuovi episodi tornano Nick Hurran (Sherlock, Doctor Who, Fortitude, Altered Carbon) e Jan Maria Michelini (I Medici, DOC- Nelle tue mani, Blanca). La serie è scritta da Frank Spotnitz (Leonardo, Medici, The X-Files, The Man in the High Castle) e James Dormer (Strike Back, Medici) con, Naomi Gibney e Caroline Henry. Guido Maria Brera è autore del format di serie della nuova stagione.

 

“DIAVOLI” – LA SECONDA STAGIONE DA VENERDÌ 22 APRILE SU SKY ATLANTIC E IN STREAMING SU NOW, DISPONIBILE ANCHE ON DEMAND

 

Ufficio stampa Sky

Isabella Ferilli – 346 7207561 isabella.ferilli@skytv.it

Claudio Zago – 345 7647878 claudio.zago@skytv.it

 

 

I protagonisti di Diavoli 2 alla première

ALESSANDRO BORGHI
e PATRICK DEMPSEY

di nuovo faccia a faccia nel financial thriller internazionale venduto in più di 160 territori


Regia di Nick Hurran e Jan Maria Michelini

Una serie prodotta da Sky Italia e Lux Vide con Big Light Productions, realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS
Su Sky e in streaming su NOW dal 22 aprile

 

Milano, 14 marzo 2022 – Si fa sempre più vicino il debutto su Sky e in streaming su NOW
della seconda, attesissima stagione di DIAVOLI. Le immagini del trailer ufficiale rilasciato
oggi annunciano che il financial thriller internazionale Sky Original con Alessandro
Borghi e Patrick Dempsey partirà il 22 aprile.
Prodotta da Sky Italia e Lux Vide con Big Light Productions, Diavoli è un’appassionante
storia di potere ambientata nell’Olimpo dell’alta finanza e realizzata in collaborazione con
Sky Studios, Orange Studio e OCS. La distribuzione internazionale è di NBCUniversal
Global Distribution, che per conto di Sky Studios l’ha ad oggi venduta in più di 160 territori.
Tornano i protagonisti del best seller “I diavoli” di Guido Maria Brera (edito da Rizzoli), per
una seconda stagione, in otto episodi, che continua il racconto, fra schegge di realtà e
personaggi di finzione, della silenziosa – ma dagli effetti devastanti – guerra che ha
attraversato l’Occidente nell’ultimo decennio. Una guerra sotterranea, combattuta con la
più potente delle armi: la finanza.

Oltre ai due protagonisti, Alessandro Borghi nei panni di Massimo Ruggero, nel finale della
scorsa stagione nominato CEO della New York-London Investment Bank, e Patrick
Dempsey in quelli di Dominic Morgan, uomo fra i più influenti della finanza mondiale,
tornano nel cast anche Malachi Kirby (The Race – Corsa mortale, Radici), Pia Mechler
(Everything Is Wonderful), Paul Chowdhry (Live at the Apollo, Swinging with the Finkels),
nei panni dei Pirati, il team di trader fedelissimi a Massimo Ruggero, e Lars Mikkelsen
(The Killing, Sherlock, House of Cards), ancora nei panni di Daniel Duval, il fondatore di
Subterranea.
Accanto a loro, nel cast dei nuovi episodi anche Li Jun Li (Damages, Minority Report, Wu
Assassins) nei panni di Wu Zhi, nuova Head of Trading della NYL, Joel de la Fuente (Law
& Order, The Man in the High Castle) come Cheng Liwei, nuovo membro del board, e
Clara Rosager (The Rain, Il concorso), che nella serie interpreterà Nadya Wojcik, nuova
geniale protetta di Dominic.
Alla regia dei nuovi episodi tornano Nick Hurran (Sherlock, Doctor Who, Fortitude, Altered
Carbon) e Jan Maria Michelini (I Medici, DOC- Nelle tue mani, Blanca). La serie è scritta
da Frank Spotnitz (Leonardo, Medici, The X-Files, The Man in the High Castle) e James
Dormer (Strike Back, Medici), con Naomi Gibney, Caroline Henry e Guido Maria Brera.

SINOSSI SECONDA STAGIONE
2016, la Brexit è alle porte e Trump lotta ferocemente per essere eletto presidente degli
Stati Uniti d’America. Sono passati quattro anni da quando Massimo Ruggero è riuscito a
sventare il piano di Dominic Morgan contro l’euro e nonostante il caro prezzo personale
pagato, Massimo ha deciso di rimanere CEO dell’NYL. Sempre più messo in discussione
dal board, Massimo ha deciso di intraprendere una politica di acquisizioni filocinesi,
facendo entrare dalla Cina nuovi investitori e membri del team. Ma è proprio il suo vecchio
mentore Dominic Morgan a ripresentarsi e metterlo in guardia: i nuovi partner cinesi sono
pronti a tradirlo per perseguire una silenziosa guerra fra Cina e USA per il controllo
tecnologico dei dati di milioni di persone. Massimo deve allearsi con Dominic se vuole
lottare dalla parte giusta. A chi Massimo deve credere? Una domanda che fra piattaforme
social, Bitcoin e 5G lo porterà fino al 2020: nel mezzo della pandemia globale, Massimo
dovrà finalmente scegliere da che parte stare.
Diavoli è una serie Sky Original prodotta da Sky Italia e Lux Vide con Big Light
Productions, realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS. La
distribuzione internazionale è di NBCUniversal per conto di Sky Studios.

DIAVOLI – SECONDA STAGIONE, SU SKY E IN STREAMING SU NOW DAL 22 APRILE

Ufficio Stampa Sky:
Isabella Ferilli – 346 7207561 isabella.ferilli@skytv.it
Claudio Zago – 345 7647878 claudio.zago@skytv.it

Maria Francesca Gagliardi

 

LUX VIDE RACCONTA
Il podcast altro non è che un nuovo modo di raccontare e far arrivare le storie al grande pubblico e quindi è un contenuto che diventa fisiologicamente appannaggio di chi, di storie, si è sempre nutrito», racconta Maria Francesca Gagliardi, Responsabile del podcast e dello Scouting e diritti editoriali di Lux Vide.

La società è stata tra le prime realtà a scommettere sui podcast, prima in tandem con Rtl 102.5 da fine dicembre 2020, e poi in modo autonomo. La divisione è stata ideata e fortemente voluta dall’ad Luca Bernabei e, a differenza di altri, Lux Vide ha sposato un «approccio integrato», unendo audio e video. Un esempio è Apnea, girato in studio, mentre la parte di produzione e postproduzione è stata realizzata internamente per garantire un elevato standard di qualità, sia registico che visivo. Anche la tipologia di podcast è integrata alla linea editoriale: «Cerchiamo belle storie di qualità indipendentemente dal genere narrativo».

Tre le linee produttive: i podcast che accompagnano le serie in onda, come è stato per Leonardo; quelli che anticipano i titoli in lavorazione «dando il sapore di quello che sarà poi il contenuto tv»: e i contenuti autonomi dall’offerta on air, «storie originali, d’Italia e di italiani, legati alle nostre tradizioni e alla storia del Paese. Storie di coraggio e di speranza, come è d’altronde nella mission della Lux Vide».

Tra i progetti spiccano il podcast dedicato a Diavoli, che approfondirà i temi finanziari al centro della seconda stagione, e quello dedicato a Dante, in sei puntate, di Aldo Cazzullo, ispirato al suo A riveder le stelle (Mondadori). Uscirà il 25 marzo, per la Giornata Mondiale dedicata a Dante, e vede Alessandro Preziosi leggere alcuni canti della Commedia sullo sfondo della Cappella dei Pazzi, dove è allestita la mostra Dante – il poeta eterno di Felice Limosani, artista e autore visual.

«Portiamo in scena un contenuto culturale molto alto, ne manterremo l’eleganza e lo stile rendendolo attuale e divulgativo». Quanto alla struttura della divisione, «gli autori di riferimento sono Matteo Liuzzi e Niccolò Martin (Apnea), che da anni si occupano di contenuti audio e video e ora si sono specializzati nel podcast ». I podcast di natura più commerciale, i cosiddetti branded podcast, sono sviluppati in tandem con il reparto marketing e branded entertainment, guidato da Barbara Pavone, in collaborazione con Andrea Cuccaro. (FdA)

Lux Vide entra nel gruppo Fremantle, che diventa la realtà leader italiana della produzione indipendente di intrattenimento, cinema e serie tv.

Londra 3.3.22 – Fremantle, uno dei principali gruppi di produzione culturale e di intrattenimento al mondo, ha chiuso un accordo per l’acquisizione del 70 per cento di Lux Vide, società leader in Europa nella produzione televisiva. La famiglia Bernabei mantiene il controllo del restante 30 per cento.

Lux Vide è uno dei principali protagonisti della produzione del nostro Paese. Sin dalla sua nascita ha operato con una visione internazionale, diventando l’unica società italiana a vincere un Emmy con il film tv Giuseppe dalla serie Le storie della Bibbia. Tra i grandi successi di Lux Vide: Don Matteo, oggi alla sua tredicesima stagione, le serie iconiche Un passo dal cielo, L’Isola di Pietro, Che Dio ci aiuti, DOC, la serie tv con il più alto ascolto degli ultimi 15 anni, Blanca, il miglior debutto televisivo della passata stagione, Buongiorno Mamma, la serie più seguita di Mediaset negli ultimi 3 anni. Infine le grandi produzioni internazionali acclamate nel mondo quali I Medici, Leonardo e Diavoli, alla sua seconda stagione.

In seguito a questa acquisizione Fremantle diventa la realtà leader italiana della produzione indipendente di intrattenimento, cinema e serie tv.

Una realtà che – con l’ingresso di Lux Vide – negli ultimi 5 anni ha speso oltre 900 milioni di euro nel settore della produzione culturale in Italia, impegnando in maniera continuativa circa 1000 persone ogni anno, coinvolgendo oltre 10.000 professionisti l’anno, e producendo circa 1600 ore di contenuti originali negli ultimi 3 anni.

Le serie, i film e i programmi realizzati dalle società di Fremantle in Italia sono distribuiti in oltre 170 Paesi e contribuiscono in maniera rilevante alla promozione della storia, della letteratura e più in generale del patrimonio culturale italiano. Basta pensare – solo per citarne alcuni – all’Amica Geniale, ai Medici e a È stata la mano di Dio. Luca Bernabei si conferma come CEO alla guida della Lux, società fondata da Ettore Bernabei e Matilde Bernabei nel 1992. Il Presidente della Lux diventa Andrea Scrosati, Group COO e CEO Europeo di Fremantle, con Matilde Bernabei come Presidente Onorario e membro del CDA con deleghe.

Con l’acquisizione di Lux Vide, Fremantle consolida la sua presenza in Italia, dove il gruppo già opera con FremantleMedia Italia, Wildside e The Apartment, impegnate nell’ideazione e la produzione di programmi televisivi di intrattenimento, serie tv, film e documentari.

Fremantle in Italia produce programmi iconici tra cui X Factor, Italia’s Got Talent, The Voice Senior, ha firmato docuserie di successo come Veleno (premiata con un Globo d’Oro), e la più longeva soap italiana Un Posto al Sole. Wildside e The Apartment negli anni hanno firmato progetti internazionali venduti in oltre 170 Paesi tra cui The Young Pope (candidato a due Emmy e ai Golden Globe) e The New Pope di Paolo Sorrentino; L’amica Geniale di Saverio Costanzo; We Are Who We Are di Luca Guadagnino; Il Miracolo (Premiato due volte al Séries Mania) e Anna di Niccolò Ammaniti; commedie di successo come il titolo campione di incassi Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani; e pellicole d’autore selezionate in concorso ai festival di Cannes e Venezia come Vincere di Marco Bellocchio (vincitore di otto David di Donatello); Io e te di Bernardo Bertolucci; La Mafia uccide solo d’estate di Pif (un David di Donatello e un Oscar Europeo); Hungry Hearts di Saverio Costanzo (Coppa Volpi per il migliore attore e Coppa Volpi per la migliore attrice al Festival di Venezia) e, ultimo solo in ordine di tempo, È stata la mano di Dio di Sorrentino (Premio Mastroianni e Leone d’argento al Festival di Venezia e nominato all’Oscar come miglior film in lingua straniera).

Luca Bernabei ha dichiarato: “Con l’ingresso in Fremantle Lux Vide conferma la sua storica strategia di internazionalizzazione. Il rapporto pluriennale di fiducia con Andrea Scrosati favorirà la sinergia con le altre realtà del gruppo, nel mantenimento di una consolidata e unica linea editoriale. La famiglia Bernabei rimane alla guida della società fondata da mio padre Ettore, come azionisti, come manager, ma soprattutto come punti di riferimento per il nostro team creativo e produttivo. Team che ha realizzato negli anni i grandi successi della Lux Vide e che rimane compatto per garantire le sfide del futuro. Siamo tutti emozionati e felici di entrare a far parte di una famiglia ancora più grande, quella del gruppo Fremantle”

Andrea Scrosati ha dichiarato: “Il nostro è un business che si basa sulle persone, sulle idee, e sulla capacità di realizzarle al meglio. Siamo orgogliosi ed onorati che il team della Lux Vide abbia scelto di condividere con Fremantle la sua professionalità, i suoi progetti e la grande capacità di realizzarli. Non ho dubbi che dalla collaborazione tra questo team e i tantissimi talenti che sono la forza di Fremantle nasceranno progetti ancora più straordinari, capaci di coinvolgere il pubblico di tutto il mondo. Questa operazione conferma la scelta strategica di Fremantle di investire in Italia, nella comunità creativa di questo Paese e nelle sue eccellenze culturali. Un grazie particolare a Luca, Matilde e Roberto Bernabei, che della Lux sono padri e figli, per aver scelto di condividere con noi la loro passione e il loro gioiello”.

About FREMANTLE
Fremantle è una delle società leader a livello mondiale nell’ideazione, produzione e distribuzione di programmi di intrattenimento, serie tv, film e documentari e opera in 26 territori. Con una offerta che spazia dai più famosi format di intrattenimento (Too Hot To Handle, Family Feud, Game of Talents, Got Talent, X Factor) alle serie tv più amate a livello internazionale (L’amica geniale, The Young Pope, Mosquito Coast, The Investigation), fino agli imperdibili film e documentari pluripremiati e acclamati dalla critica (il film candidato agli Oscar® È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, Arctic Drift, Veleno), Fremantle trasforma contenuti locali in successi globali. Fremantle è anche leader a livello internazionale nel digital e branded entertainment, con più di 480 milioni di follower distribuiti su 1.600 canali social e oltre 40 miliardi di visualizzazioni all’anno sulle varie piattaforme. Fremantle fa parte del gruppo internazionale RTL Group, a sua volta divisione del colosso editoriale Bertelsmann.