Il 6 Settembre è stata presentata alla 78. Mostra Internazionale D’arte Cinematografica di Venezia, la serie tv Blanca, una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, diretta da Jan Maria Michelini e scritta da: Francesco Arlanch, Mario Ruggeri, Luisa Cotta Ramosino, Lea Tafuri. Blanca è interpretata da Maria Chiara Giannetta, con Giuseppe Zeno e Pierpaolo Spollon andrà in onda in autunno in prima serata su Rai 1.

Al centro della serie troviamo Blanca, una giovane donna divenuta non vedente da bambina. La perdita della sorella maggiore, per mano di un fidanzato violento, le fa maturare un senso di giustizia molto forte, fino a spingerla a entrare in polizia. La sua specialità è il decodage, ossia l’ascolto analitico di tutti i materiali audio delle inchieste, come ad esempio intercettazioni e interrogatori. Ma Blanca, sebbene si trovi a lavorare in un ambiente dove la sua disabilità viene vissuta come un ostacolo, non si lascia confinare in un ufficio e riesce a dimostrare il suo valore e le sue capacità. Accanto alle sfide lavorative si trova poi a dover affrontare quelle sentimentali: contesa tra due uomini, l’ispettore Liguori, un collega dai molti segreti, e Nanni, un giovane cuoco anticonvenzionale, deve decidere a chi donare il suo cuore e la sua fiducia. Ad aiutarla in queste avventure i suoi amici più fidati: il cane guida Linneo, un bulldog femmina che la protegge e la conforta nei momenti più difficili e la sua amica Stella, estetista dal carattere molto esuberante.

Lux Vide ha realizzato la prima produzione al mondo con l’utilizzo dell’olofonia, una speciale tecnica di registrazione del suono che permette di riprodurlo in modo simile a come viene percepito dall’apparato uditivo dell’uomo.

La serie ha beneficiato di una speciale consulenza artistica del Maestro Andrea Bocelli.

Milano, 28 giugno 2021 (LaPresse)

Lux Vide, società di produzione audiovisiva internazionale leader nel mercato dell’entertainment, chiude il 2020 con un balzo, rispetto all’anno precedente, del 85% dell’utile netto a 10 milioni di euro su ricavi pari a 55 milioni, in salita del 17%.

I successi della casa di produzione Lux Vide, fondata da Ettore Bernabei e guidata oggi da Luca e Matilde Bernabei, incidono sul fatturato che nel 2020 raggiunge quota 55 milioni, risultato riconducibile in gran parte ai ricavi generati dalla produzione “Leonardo” che ha registrato complessivamente per la prima serie oltre 6 milioni di spettatori.

L’esercizio 2020, pur nella complessità e l’incertezza del contesto, non risente l’effetto pandemia, a testimonianza della resilienza del modello di business di Lux Vide, riflesso in particolare in termini di crescita della redditività operativa. Il controllo totale dell’intera catena di fornitura – dal dipartimento di scrittura, studi di registrazione di proprietà, settore vendita e catena di post-produzione – ha garantito durante l’anno la continuità della programmazione.

Lux Vide ha registrato un incremento consistente della marginalità, con un Ebitda di 15 milioni superiore all’anno precedente di oltre il 56%. Il valore della produzione chiude a quota 80 milioni, +25% rispetto al 2019. La crescita più che proporzionale rispetto al fatturato è in parte derivata dall’applicazione del tax credit che ha permesso di registrare maggiori ricavi per 6 milioni di euro rispetto all’esercizio 2019.

Lux Vide, unica casa di produzione in Italia con il 40% delle serie in lingua inglese, con oltre mille ore di programmazione in prima serata e un catalogo di oltre 94 titoli, ha registrato nel corso del 2020 50 milioni di ricavi complessivi per serie prodotte principalmente riconducibili a: “Che Dio ci aiuti, sesta stagione”, “Leonardo”, “Buongiorno, Mamma!”, “Un passo dal cielo – I guardiani, sesta stagione” e “Blanca”.

Dichiara l’AD di Lux Vide Luca Bernabei: “”Il fatto che il 2020 sia stato il migliore anno nella storia della Lux nonostante la pandemia, il blocco dei set durato quasi 4 mesi e costi Covid, tra diretti e indiretti, di quasi 3 milioni, dimostra la bontà della scelta strategica di strutturarsi per presidiare tutta la catena produttiva e distributiva, dalla fase ideativa fino a quella delle vendite, gestendo tutte le produzioni “in house” nei nostri studi. Nel prossimo futuro la Lux proseguirà su questa strada, costruendo nuovi studi, ampliando il settore della post produzione e investendo su giovani sceneggiatori e internazionalizzazione, con l’obiettivo di rafforzare e consolidare la sua posizione sul mercato”.

 

Lux Vide, la società di produzione audiovisiva internazionale leader nel mercato dell’entertainment, annuncia la nomina di Barbara Pavone a Chief Marketing and Sales Officer del gruppo.

Dopo una lunga carriera manageriale di oltre 25 anni in primarie realtà dell’intrattenimento e del largo consumo, dalla più recente in Warner Media, all’esperienza in Unilever, Bolton Group e British American Tobacco, Barbara Pavone approda in Lux Vide e assume la leadership del team marketing e sales della più grande società nel mercato scripted italiano.

Un’esperienza internazionale quella di Barbara Pavone che torna nel mondo della produzione e dei media rispecchiando a pieno la cultura di Lux Vide caratterizzata da una solida tradizione, apertura all’innovazione, creatività italiana ma anche visione internazionale. Come Serior Vice President Group Marketing in Warner Bros Entertainment Italia, Barbara Pavone ha collezionato negli ultimi anni risultati eccellenti nella creazione e guida del marketing integrato e cross-divisionale e nella trasformazione digitale.

TERENCE HILL SUL SET DAL 7 GIUGNO

 NELLA NUOVA STAGIONE LA NEW ENTRY RAOUL BOVA E IL RITORNO DI FLAVIO INSINNA

 

Partiranno lunedì 31 maggio a Spoleto le riprese di “Don Matteo 13”, la serie campione di ascolti prodotta da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, con protagonista Terence Hill che inizierà a girare la nuova stagione nella cittadina umbra a partire da lunedì 7 giugno.

Torna su Rai 1 il format di successo tutto italiano andato in onda la prima volta il 7 gennaio 2000 su Rai 1. La serie negli anni è stata una delle più seguite nella storia della fiction italiana e sempre più apprezzata in tutto il mondo, dalla Francia alla Finlandia, dall’America all’Australia.

È un viaggio nella vita e nella società di oggi, tra delitti ed eroismi, generosità ed umorismo, con lo sguardo irriducibile di un uomo che crede nella possibilità di cambiare e perdonare.

 

Al centro della serie, diretta da Francesco Vicario e Luca Brignone per 10 serate, ritroviamo Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo, un triangolo capace di creare un racconto dove risate, emozioni e commozione convivono, dando vita ad un mondo unico. Accanto a loro ritroviamo Nardi, Natalina, Pippo, la piccola Ines e Anceschi, interpretato da Flavio Insinna, arrivato in città per un’occasione speciale.

 

Insieme ad Anceschi arriverà anche sua figlia Valentina, una ragazza all’apparenza solare e piena di vita ma che nasconde in realtà un dolore nel suo passato. Quando scoprirà la verità, Anceschi farà fatica a riconoscere in lei la figlia che ha cresciuto.

 

Tra le novità di questa nuova stagione, anche Raoul Bova, nei panni di un sacerdote al suo primo incarico.

 

CREDITI

Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Dario Sardelli

Con Terence Hill, Nino Frassica, Raoul Bova, Nathalie Guettà, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico, Pamela Villoresi, Flavio Insinna

Regia di Francesco Vicario, Luca Brignone

Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 serate

Lux Vide è lieta di annunciare un nuovo ambizioso progetto internazionale: THE RISING, una serie drammatica in tre stagioni sulla storia umana e secolare di Gesù Cristo.

In collaborazione con Stephen J. Davis, ex Chief Content Officer di Hasbro,  la produzione avrà come showrunner e produttore esecutivo Daniel Knauf (Blacklist e Carnivale)  e alla regia Jan Michelini (Medici, Doc, Diavoli). Il compositore della colonna sonora sarà invece Carlos Rafael Rivera, meglio conosciuto per aver firmato la colonna sonora della serie di successo La regina degli scacchi, e vincitore di un Emmy con Godless.

Concepita come una serie di 3 stagioni, la serie avrà un approccio decisamente contemporaneo e internazionale, capace di conquistare anche i più giovani e i non credenti.

Una storia che, dopo più di 2000 anni, non smette di interessare un pubblico di più di 2 miliardi di persone nel mondo.

Il team creativo inizierà a breve a promuovere potenziali partner statunitensi e la writers room si aprirà a Los Angeles nei prossimi mesi.

Valerio

 

Valerio Fiorespino è il nuovo Chief Corporate Officer di Lux Vide S.p.A, la società di produzione audiovisiva leader nel mercato dell’entertainment.

Manager di alto profilo e di eccellente preparazione tecnica, Fiorespino è laureato in Giurisprudenza e inizia la sua carriera professionale in RAI nel 1988 presso la Direzione del personale per poi passare alle relazioni industriali e la gestione del personale giornalistico.

Tra il 1998 e il 2000 ricopre il ruolo di Responsabile del Personale e Gestione delle Risorse chiave, fino a divenire Direttore Risorse umane. Nel 2006 è nominato Vicedirettore Risorse Televisive, fino a divenirne Direttore nel 2011, quando alle precedenti responsabilità si aggiungono anche la gestione degli appalti e acquisti con società esterne, e i contratti della fiction RAI.

Nel 2013 ricopre il ruolo di Direttore delle Risorse umane e Organizzazione RAI, carica che ricopre fino al 2016 quando assume l’incarico presso l’ISTAT di Capo Dipartimento Raccolta Dati, Metodologie, ICT e Comunicazione.

Nel 2019 è Chief Corporate Office di Sparkle, l’operatore globale del Gruppo TIM, primo fornitore di servizi wholesale internazionali in Italia e tra i primi dieci nel mondo.

La nomina segue quella di Elena Bucaccio, sceneggiatrice e showrunner di grande successo, a nuovo Head of Drama Lux Vide.

La famiglia Lux si allarga e si rafforza per affrontare con grinta, energia e positività le sfide di questo nuovo anno.