Articoli

 

Luca Argentero e Maria Chiara Giannetta insieme a Jan Michelini alla premiazione dei Nastri D’Argento al Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli.

 

Roma, 30 Maggio 2022

Sono state 12 le serie produttivamente più significative e ambiziose dell’anno candidate al premio per la Miglior Serie 2022 e 16 in tutto i titoli che, nei generi più seguiti, hanno conquistato nelle ultime stagioni l’attenzione del grande pubblico. I Giornalisti Cinematografici hanno votato i protagonisti della seconda edizione fra titoli che hanno trasformato stile e contenuti dello storytelling nonchè il mercato audiovisivo e la platea televisiva tradizionale con un nuovo modo di ‘fare cinema’ firmato anche dai grandi autori.

 

MIGLIOR SERIE ‘DRAMEDY’

DOC – Nelle tue mani (Rai Fiction)
Una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, prodotta da Matilde e Luca Bernabei

Regista della prima stagione e produttore esecutivo della serie Jan Maria Michelini
Regia Beniamino Catena, Giacomo Martelli
Sceneggiatura Francesco Arlanch, Viola Rispoli

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Maria Chiara Giannetta per “Blanca”

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Luca Argentero per “Doc – Nelle tue mani”

 

Il commento del nostro CEO, Luca Bernabei:

“Ho accolto con grandissima gioia la notizia dell’assegnazione dei Nastri d’Argento a Doc – Nelle tue mani come Miglior Serie Dramedy, a Luca Argentero come Miglior Attore Protagonista per Doc – Nelle tue mani e a Maria Chiara Giannetta come Miglior Attrice Protagonista per Blanca. Ringrazio di cuore il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, e in particolare la presidente del Direttivo, Laura Delli Colli, per la scelta di premiare questa serie e questi due artisti.

Il Nastro a Doc – Nelle tue mani credo sia il riconoscimento ad un un’opera che ha saputo raccontare in modo coinvolgente la più grande pandemia dell’ultimo secolo, offrendo al pubblico internazionale una prospettiva di speranza. Ringrazio mia sorella Matilde e Rai Fiction, che hanno condiviso con me questa scommessa, e tutta la squadra dietro la serie: i capiscrittura, Francesco Arlanch e Viola Rispoli; il settore editoriale della Lux Vide, in particolare Elena Bucaccio, Sabina Marabini ed Edoardo Gino; i registi Beniamino Catena e Giacomo Martelli; Jan Michelini, che ha dato al progetto la sua impronta creativa; tutti i reparti di produzione e postproduzione; l’intero meraviglioso cast.

I Nastri a Luca e a Maria Chiara ritengo siano il meritato omaggio a due artisti straordinari e professionisti esemplari. Luca ha saputo dare corpo, con il suo fascino e carisma, a un vero leader contemporaneo, ferito e fallibile, ma che non si arrende: grazie a lui abbiamo potuto celebrare in modo credibile l’eroismo dei medici e il valore dello spirito di squadra. Maria Chiara ha animato, con il suo talento e la sua trascinante vitalità, un personaggio particolarmente originale, protagonista di storie che mostrano come le differenze e le disabilità possano essere vissute non come un limite, ma come ciò che ci rende unici e originali. Per me è stato un onore aver contribuito a dare vita a queste serie e a questi personaggi, e sono entusiasta che oggi ricevano un premio così prestigioso da parte di una giuria esigente come quella dei Giornalisti Cinematografici.”

 

La news sul sito dei Nastri D’Argento →